Avete mai pensato di poter cambiare il mondo semplicemente cambiando la vostra acqua?
Questo è lo scopo di WAMI!

WAMI Water with a Mission è un nuovo brand di acqua minerale che nasce con una missione semplice ma significativa: porre fine al problema mondiale dell’acqua dando a ognuno di noi l’opportunità di essere parte della soluzione.

Come? Rendendo straordinario il gesto quotidiano di bere acqua.

claim-posneg_WAMI-1

Come funziona

WAMI costruisce progetti idrici in villaggi senza accesso all’acqua potabile insieme a partner esperti, quali Lifewater International, Fondazione ACRA e amref. Il progetto di WAMI è un ciclo che si auto-alimenta: tutto comincia individuando una falda acquifera sicura e sostenibile in prossimità delle comunità che beneficeranno del progetto. L’acqua viene pompata da queste falde in una cisterna collegata con le abitazioni del villaggio da una rete di tubature che termina con un rubinetto per ciascuna famiglia. Ogni rubinetto, il cui finanziamento richiede circa 10.000 bottiglie, fornisce più di 1.000.000 di litri di acqua. L’equazione diventa così semplice: 1 bottiglia corrisponde a 100 litri donati! WAMI comincia a recuperare l’investimento solo una volta che il progetto è stato ultimato, e lo fa tramite la vendita delle bottiglie. In questo modo chiunque sceglie WAMI può scoprire sin da subito a quale famiglia sta donando acqua.

Ad oggi, i progetti completati da WAMI sono 48, e grazie a questi circa 12.000 persone hanno ricevuto diretto accesso all’acqua potabile, per sempre. I litri in totale donati sono oltre 8 miliardi.

Perché l’acqua?

Ancora oggi l’acqua risulta irraggiungibile per oltre 700 milioni di persone. La maggior parte di queste vive in zone rurali e isolate e impiega molte ore della propria giornata per recuperare questa preziosa risorsa.
La mancanza di acqua potabile non solo mette a rischio la salute delle persone a causa delle malattie che derivano dal bere acqua contaminata, ma toglie anche tempo prezioso alle donne e ai bambini che solitamente si occupano dell’approvvigionamento. Un immediato accesso all’acqua permetterebbe alle donne di dedicare più tempo alla famiglia e ad altre mansioni lavorative e ai bambini di passare più tempo a scuola. La mancanza di un’adeguata educazione è infatti il primo ostacolo alla riduzione della povertà, per questo gli investimenti in acqua potabile, igiene e sanità hanno un elevato ritorno economico e sociale sulle comunità in via di sviluppo.

Hai bisogno di informazioni?